Frutta Martorana

La magia di un dolce bello come un’opera d’arte da ammirare prima e assaporare poi.

La frutta martorana è un impasto a base di pasta di mandorle a cui viene data la forma di un frutto che poi viene dipinto fino a sembrare vero. Nasce nel 1500 quando le suore del Convento della Martorana di Palermo dipinsero dei dolci per abbellire gli alberi da frutto del loro giardino in occasione di un’importante visita autunnale.

Con i nostri pasticceri imparerete come fare la pasta di mandorle, come modellarla e infine dipingerla al punto che poi sarà difficile mangiarla per non rovinare un capolavoro talmente bello.

E porterete con voi il segreto per replicarla a casa.

Prezzo a persona 40,00

Svuota

Frutta Martorana

COD N/A Categorie ,

DURATA: 1h
MINIMO DI PARTECIPANTI: 2
MASSIMO DI PARTECIPANTI: 12
COSTO A PERSONA: 40€
SCONTO GRUPPI E FAMIGLIE: a partire da 4 partecipanti 20% di sconto

COSA INCLUDE:
– osserverete i maestri pasticceri al lavoro nei loro laboratori
– imparerete come fare l’impasto base della Frutta Martorana partendo dalle materie prime, dare la forma voluta e dipingerla in modo realistico
– degustazione della Frutta Martorana preparata

Recensioni utente

0.0 Su 5
0
0
0
0
0
Scrivi una recensione

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Informazioni sul venditore

  • Nome del negozio: OSTERIA CAPPELLINO
  • Venditore: Salvino Cottone
  • Indirizzo: Vicolo Cappellino, 24
    92019
    Sciacca
    AGRIGENTO
  • Nessuna recensione trovata

Posizione

Vicolo Cappellino, 92019 Sciacca provincia di Agrigento, Italia

Si prega di contattare il fornitore per ottenere informazioni su eventuali prodotti difettosi in base ai loro termini e condizioni di vendita.

Richiesta Info Offerta

Cliccando su "Invia" si accetta quanto descritto nella pagina della Privacy Policy

1
Museo Diffuso dei 5 Sensi
Logo

Cosa vuoi fare?

PORTA SAN SALVATORE

Porta San Salvatore è una delle principali porte antiche della città, vestigia di un tempo passato, di guerre, assedi, dominazioni.
Ci raccontano del periodo normanno, intorno all’anno 1000, quando il Conte Ruggero conquistava la Sicilia dominata dagli arabi. Ci parlano del periodo spagnolo con Federico III d’Aragona che nel 1300 ordinò la grande cinta muraria includendo i borghi. Sono parte delle fortificazioni volute nel 1500 dal Vicerè De Vega.
Uno di questi bastioni di guerra, quello proprio affianco a Porta San Salvatore, è oggi la sede del Museo Diffuso dei 5 Sensi. Lì dove ci si difendeva con le armi respingendo i nemici oggi si viene accolti con un sorriso e un saluto di benvenuto: assabenedica!

Shopping cart